Il progetto di variante prevede un edificio dalle volumetrie discrete e fortemente rispettoso del contesto circostante.

Il complesso, sostanzialmente orientato come il progetto a base di gara, non solo permette un utilizzo e una fruizione completamente diverso, ma stravolge positivamente la collocazione dell’opera all’interno dell’area.

Se il progetto a base di gara era un unico grande blocco edilizio che utilizzava la collina come “seduta”, la variante se ne allontana volutamente di 25 metri per aprirsi al paesaggio circostante.

Se il progetto a base di gara aveva un rapporto indiretto e poco chiaro con l’intorno, la variante si immerge nel parco esistente attraverso una strategia ambientale e funzionale: il nuovo complesso, separato in due blocchi distinti si apre al centro permettendo alla natura di entrare al suo interno senza interrompere la continuità del pendio esistente.

Inoltre l’abbassamento della quota d’imposta di 1,5 m consente una fruizione diretta del livello piscine/spogliatoi permettendo un utilizzo migliore di tutto il complesso natatorio.

Categorie
Cultura-Sport  
Comune
Macerata
Committente
Consorzio Stabile Maceratese
Programma

Procedura ristretta per la concessione della costruzione e gestione del centro natatorio di Fontescodella.

Dimensioni
7.600 m²
Cronologia
2008