Il paesaggio esistente è l'anima del pro-getto. Negando voluta mente un approccio svincolato dal contesto, il progetto si adat-ta al territorio assecondandone il disegno. Gli antichi filari di ciliegi diventano il mo-tivo di rettore della composizione dei nuovi segni del territorio. Vivibilitò dei luoghi e riscrittura ambientale del paesaggio sono caratteri evidenti della conformazione planimetrica dell'intervento. Si è lavorato con una maglia bidirezionale a bassa densità che, evitando un" edifica-zione alta e massiva, privilegia un' aggre· gazione delle parti in forme geometriche autonome. Volumi dalla chiarezza compositiva e dalla perenforietò espressiva si inseriscono integrandosi nel territorio. l filari di ciliegi generano un sistema di assi longitudinoli che gestiscono l'intero disegno del com-plesso scolastico. Grandi muri in laterizio si alternano e si integrano alle alberature esistenti racchiu· dendo alloro interno le attività scolastiche. le scuole, scomposte in differenti volumi slitlano generando inaspettati patii interni. Questi giardini do un lato conservano il fascino degli spazi introversi degli orti medioevali, dall'altro moltiplicano i canali visivi aprendosi al paesaggio circostante. Il modello di relazione fra le parti ci per-mette di trasportare la natura all'interno dell'organismo architettonico intervallan-do spazi costruiti con spazi aperti, intesi come porti essenziali della scuola, vere e proprie stanze naturali. Questo sistema di aie interne, intersecato ai filari di ciliegi, recuperondo l'immagine legato alla tra· dizione rurale, è delimitato da diaframmi in laterizio che non solo circoscrivono lo spazio ma filtrano visivamente il paesaggio tra scuola e parco urbano. Un sattosiste-ma di percorrenze trasversali garantisce i collegamenti interni alle scuole e integra le varie componenti plonimetriche assicuran· do in tal modo ai fruitori l'immediato com· prensione dell'organizzazione funzionale. Le facciate degli edifici sono caratterizzate dai grondi muri in laterizio che, scorrendo lungo gli assi longi!udinali regolano la scansione dell'intero plesso scolastico. 

Categorie
Sanità-Istruzione  
Comune
Vignola
Committente
Comune di Vignola
Programma

Concorso di progettazione

Dimensioni
9.863 mq
Cronologia
2008