Una scelta fondamentale alla base della proposta progettuale, data anche dalla limitatezza dell'area interessata dal Piano di Recupero, è la scala architettonica come strumento irrinunciabile del processo urbanistico.

Il concetto informatore della proposta elaborata è la realizzazione di un collegamento funzionale e visuale con la zona verde dell'ex tiro a segno e del parco della Vittoria, con la permanenza di ruolo ed immagine del complesso della Chiesa di S.Maria della Pietà. Inoltre si cerca di risolvere la "non facciata" a valle dell'edificio posto tra via dei Velini e la Statale 77, sovrapponendo lo stesso edificio contenitore su cui si attesta un collegamento aereo con il parco della Vittoria, che abbia la forza di emergenza e sia struttura tangibile della forma urbana.

Tutti i percorsi ed i collegamenti nella proposta sono enfatizzati perchè non debbono rispondere ad una logica esclusivamente funzionale, ma devono far percepire la struttura urbana che si intende perseguire.

Il valore delle scelte progettuali di fondo di cui sopra rimane inalterato anche nel caso di indeterminatezza del ruolo funzionale degli edifici-contenitori, residenziali o di servizio, da determinare nell'ambito di un programma più vasto che esula da queste prime ipotesi progettuali.

Categorie
Masterplan  
Comune
Macerata
Committente
Comune di Macerata
Programma

Progetto esecutivo per il piano di recupero TS2

Dimensioni
Cronologia
1982