La "Villa", residenza extraurbana dell'aristocrazia e della borghesia più agiata, è una tipologia edilizia che nasce intorno al 1400 quando la vita si fa più sicura e le mura dei castelli non sono più una condizione di sopravvivenza. La villa è anche il cuore della tenuta agricola, attorniata da campi, vigneti, magazzini e stalle. L'equilibrio tra spazi per la rappresentatività e la funzione pratica presenta caratteristiche diverse nelle varie regione italiane e si trasforma ed evolve con gli stili e i tempi, accentuando ora il suo legame con la campagna ora con la sua funzione sociale rappresentativa. Le "unità" architettoniche che ne derivano sono strettamente legate alla predominanza di questa o quella caratteristica, alla cultura dei diversi personaggi, alla storia politica e sociale dei luoghi.

Nella Villa Buonaccorsi a Potenza Picena appare chiara la predominanza della funzione "politica amministrativa" Gli edifici destinati a tale funzione sono chiaramente rappresentativi di una grande e ben organizzata "amministrazione agricola".

Stalle, fabbricati di servizio, annessi e magazzini sono stati pensati come parte integrante del complesso, anche se ben separati in modo da non creare interferenze, si integrano perfettamente alla "residenza" e al "giardino", questo forse più rappresentativo della stessa abitazione, fa da splendido anello di congiunzione tra la residenza e la campagna circostante, definendo un complesso di notevole qualità ed equilibrio.

Categorie
Restauro  
Comune
Potenza Picena
Committente
Privato
Programma

Progetto di restauro e ristrutturazione dei magazzini di una villa storica

Dimensioni
Cronologia
1993